RetrOnline

Il portale vintage con il meglio degli anni 70, 80 e 90

Decorazioni anni 60: una cosa colorata e dallo stile vintage

Avete voglia di portare un tocco di brio in casa ma avete paura di eccedere? Le decorazioni anni 60 sono perfette per creare ambienti originali, colorati e di tendenza. Che abbiate una casa piccola o grande poco importa, seguite i nostri consigli e il risultato vi lascerà senza fiato. Sentitevi liberi di esprimere il vostro lato più creativo e senza inibizioni!

 Arredare casa non è sempre semplice soprattutto se vogliamo creare ambienti originali e di tendenza. Spesso infatti succede che ci lasciamo trasportare dal nostro entusiasmo ed esageriamo con colori troppo vivaci o accostando texture e tessuti che non si abbinano proprio bene tra loro. Per non parlare di quanto sia complicato scegliere uno stile d’arredo definito. Ce ne sono così tanti, e tutti così particolari, che abbiamo l’imbarazzo della scelta. Lo stile vintage per esempio è uno dei più gettonati ma comprende diverse tendenze. Quella di cui vogliamo parlarvi però è quella anni 60 e raccontarvi, in particolar modo, come scegliere e abbinare in casa le intramontabili decorazioni anni 60.

Decorazioni in stile anni 60: cosa sono e come sceglierle

Basta guardare le ultime tendenze home decor proposte sui magazine d’interior design, lo stile anni 60 è tornato di moda e sembra che ci farà compagnia per parecchio tempo.

Quando pensiamo agli anni ’60 ci vengono in mente una carrellata d’immagini iconiche. Giovani in rivolta, la prima camminata sulla luna, cartoni animati dell’era spaziale, Woodstock e ovviamente il Rock and roll. Ma questi anni sono famosi anche per aver interpretato un tipo d’arredamento rivoluzionario, colorato, stiloso oltre che confortevole.

Divani, sedie e altri mobili rivestiti in tessuto hanno rappresentato un cambiamento epocale. Negli anni ’50 i rivestimenti erano caratterizzati da colori a tinta unita e dalle tonalità sobrie, o da raffinate stampe floreali, in stile inglese. Negli anni ‘60 invece vediamo disegni più complessi, fantasie geometriche, sovrapposizione di tonalità e pattern pazzeschi. I modelli di arte op, i cui disegni in bianco e nero ingannano l’occhio, sono diventati una stampa popolare e un rivestimento adatto a ogni tipo di superficie.

Se volete cambiare gli arredi di casa per dar vita ad ambienti nuovi e moderni, allora dovete assolutamente provare le decorazioni in stile anni ‘60. Vediamo insieme qualche consiglio e suggerimento per una casa unica e originale.

Carte da parati in stile anni 60

Non sapete da dove partire per scegliere le perfette decorazioni in stile anni 60? Iniziate dalle pareti. Con le giuste carte da parati di design potete dare profondità agli interni creando ambienti davvero unici. Una carta da parati colorata con decorazioni anni 60 sarà l’ideale in un soggiorno moderno. Preferite mobili e madie dalle linee arrotondate e dai colori pastello per un effetto retrò ma al passo coi tempi. Collocate la carta da parati sulla parete dietro a un divano rivestito in tessuto scegliendola nei colori della vostra comoda seduta.

Se volete ricavare un angolo relax nel vostro soggiorno che ne dite di tappezzare la parete con una carta da parati in stile anni 60? Completate il tutto con una sedia sospesa, come quelle sedie a bolle che vedreste in un film di Austin Powers!

Colori pastello per mobili e finiture

Chi di noi non ha visto Friends, la famosissima sitcom anni ‘90? Se vi piace quel genere d’atmosfera per la vostra casa, allora vi consigliamo di rivedere qualche puntata e prendere spunto per i vostri arredi. I colori pastello, dalla porta d’ingresso ai mobili e decori, sono presenti ovunque. Li ritroviamo mixati a stampe particolari e a mobili dalle forme arrotondate, sono tratti distintivi di decorazioni in pieno stile anni ‘60, ma con un tocco glam e contemporaneo che non guasta mai.

Decorazioni anni 60: giocare con stampe dalle diverse dimensioni

Un’altra caratteristica delle decorazioni anni 60 è quella di giocare con stampe dalle diverse dimensioni. A figure geometriche maxi, a volte quasi ingombranti, si accostano fantasie più piccole che creano un effetto visivo davvero originale. In una mini casa sono molto apprezzate perché danno agli ambienti dinamismo, anche in quelli dagli arredi più razionali e minimalisti.

Un trucco che vogliamo svelarvi è che, in questo caso, le stampe e le fantasie scelte dovranno avere colori intensi e mai banali. Non potete ricreare un’atmosfera anni ’60 senza aggiungere vibrazioni audaci e colori pop. Oppure, se volete un creare un’estetica più sofisticata, optate per tonalità luminose in piccole dosi.

Scegliere le giuste lampade

Quando parliamo di decorazioni anni 60 non possiamo dimenticare le lampade dal design eccentrico tipiche di quel periodo. Le più famose e iconiche sono le “lampade a fungo” caratterizzate da un paralume a forma di cupola. L’aspetto di queste lampade è semplice e senza fronzoli, le superfici sono lisce e i colori compatti e piani. Occhio però non solo all’estetica delle lampade. Le fonti luminose devono essere diverse e adattarsi ai molteplici contesti abitativi. In ambienti con doppie altezze e spazi luminosi lampade con diversi tipi di luce saranno essenziali per uniformare gli interni.

Un pizzico di fantasia e buonumore

Le decorazioni anni 60 portano con sé un fascino intramontabile anche perché ci permettono di giocare con la fantasia e i nostri sogni. C’è chi vorrebbe arredare la camera da letto come quelle dei cartoni animati o ispirata a qualche film cult che tanto ama. Lo stile vintage, e in particolare tutto ciò che prende ispirazione da questo decennio ci fa rivivere mode e tendenze che non passeranno mai, ma personalizzando la nostra casa, stanza dopo stanza, secondo i nostri gusti e preferenze.