Friends, la migliore sitcom di sempre

Friends, la migliore sitcom di sempre

1150
1
SHARE

Friends è stato il prototipo della sitcom americana anni Novanta: divertente, frizzante, innovativa. Mentre nella decade precedente qualsiasi titolo era improntato sulle vicende di un nucleo famigliare tradizionale (padre, madre, figli…) e degli amici/parenti o vicini di casa, Friends fu uno dei primi a esportare il concetto degli amici come nucleo famigliare, qualcosa che tornerà assai ricorrente nella decade, e che era stato già messo in campo da show come Seinfeld, famosissimo in madrepatria ma meno conosciuto nel resto del mondo e anche da noi in Italia (trasmesso per anni su TMC in orari assurdi con ascolti ridicoli).

Friends è stata la sitcom per eccellenza degli Anni Novanta. La prima che ti viene in mente, quella che citi a memoria per i suoi tormentoni, per le gag, per il modo di intrattenere e divertire, per gli ascolti enormi per tutto il globo, per il fatto che non ha mai perso smalto durante le dieci stagioni in cui è andata in onda, dal 1994 al 2004. In Italia venne trasmessa dapprima su Raitre, anche in prima serata (ore 20.30), poi nelle ultime stagioni venne “promossa” su Raidue. Erano gli anni in cui la tv generalista puntava ancora su sitcom e serie tv.

In questo lungo post vi racconteremo alcuni dei fatti principali riguardanti Friends, cercando l’impossibile, ovvero riassumerne il successo e l’eredità che questo show ha lasciato per tutti noi che l’abbiamo vista “in diretta”, e per chi ancora le vede e la rivede grazie allo streaming di Netflix.

SOMMARIO

FRIENDS: I PROTAGONISTI

Ecco la prima innovazione. In Friends non esiste un protagonista assoluto, non c’è dunque la classica configurazione star/co-star/recurring/guest-star. Ad esempio in Bayside School la star era ovviamente Mark-Paul Gosselaar, mentre Tiffani Amber-Thiessen poteva essere annoverata come co-star.

In Friends abbiamo sei protagonisti, tutti allo stesso modo importanti e unici, nessuno al di sopra degli altri. Il feeling che si respira guardando un episodio era confermato da un clima di reale amicizia anche dietro le quinte. Quasi tutti i membri del cast si frequentano regolarmente, tuttora. Dopo la terza stagione, e nonostante il successo stellare, il cast di Friends decise di andare a contrattare collettivamente gli ingaggi per i nuovi episodi, con una clausola sempre ben presente: tutti e sei dovevano avere lo stesso ingaggio. Nelle ultime due stagioni gli ingaggi crebbero al punto che i sei venivano pagati la bellezza di un milione di dollari ad episodio!

L’unità del cast è stata cruciale per il successo dello show. Non esiste uno dei 236 episodi in cui non appaiano tutti e sei, anche durante periodi critici (la gravidanza di Lisa Kudrow, la disintossicazione di Matthew Perry…) e facendo fare salti mortali agli autori Marta Kauffman e David Crane.

monica-geller-friendsMonica Geller (interpretata da Courtney Cox) è il personaggio-fulcro del gruppo. La maggior parte delle scene della sitcom si svolgono all’interno del suo appartamento, sub-affittato in nero dalla nonna, e Monica è di solito colei che cucina per tutti, in particolare durante i giorni di festa (vedi più in avanti al capitolo “Feste del Ringraziamento”). Monica è difatti un abile chef professionista, oltre a essere una nevrotica maniaca dell’ordine e del controllo con un passato da ragazza obesa che ritorna sovente negli sketch e nelle nevrosi del personaggio.

rachel_greenRachel Green (interpretata da Jennifer Aniston) è la migliore amica di Monica dai tempi della scuola, peccato che le due si siano poi perse di vista almeno fino all’episodio pilota della sitcom, quando Rachel entra nel bar Central Perk vestita da sposa, dopo essere fuggita al suo matrimonio con il dentista Perry. Da quel momento Monica accetta di dividere l’appartamento con Rachel, che dovrà impegnarsi per non essere più la ragazza viziata che è stata sino a quel momento, guadagnandosi da vivere. Il personaggio di Rachel è probabilmente quello che si evolve di più nel corso delle dieci stagioni, passando da ragazza viziata e incapace di badare a se stessa a donna manager e madre di famiglia.

phoebe-buffayPhoebe Buffay (interpretata da Lisa Kudrow) è il personaggio più fuori dalle righe della serie. Dopo aver vissuto un’infanzia difficile ed essere stata per un po’ di tempo la co-inquilina di Monica, la massaggiatrice Phoebe allieta con la sua presenza ogni episodio di Friends, finendo con lo scoprire man mano la verità sulla sua stramba e allargata famiglia, e trovando infine anche lei l’amore della sua vita. Come personaggio, Phoebe è l’opposto di Rachel: nel corso delle stagioni non perderà mai la sua aria stralunata e l’amore per il non-sense.

ross-geller-friendsRoss Geller (interpretato da David Schwimmer) è il fratello maggiore di Monica. Paleontologo, lavora inizialmente in un museo, e intraprenderà poi la carriera universitaria come ricercatore e professore. Sebbene appaia imbranato nell’approccio con le donne, ha una vita sentimentale piuttosto movimentata, dato che nella prima stagione lo troviamo sposato con la compagna d’università Carol per poi vederlo passare attraverso tre divorzi e due figli. In particolare, Ross è innamorato perso di Rachel dai tempi della scuola, e la loro ondivaga relazione è uno degli elementi trainanti di tutta la sitcom (e di tutto il decennio, aggiungiamo noi).

chandler-bing-friendsChandler Bing (interpretato da Matthew Perry) è il migliore amico di Ross dai tempi del college e dirimpettaio di Monica. Dotato di un’ironia tagliente, Chandler è il vero battutista del gruppo, e questa dote viene evidenziata soprattutto nelle prime stagioni, quando Chandler passa da un appuntamento deludente all’altro. Segnato traumaticamente dal divorzio dei genitori avvenuto quand’era ancora un ragazzino, Chandler troverà l’amore con Monica, e nel corso delle ultime stagioni finirà pure per abbandonare quel lavoro da contabile che egli odia così tanto, e che i suoi amici non riescono nemmeno a descrivere.

joey-tribbiani-friendsJoey Tribbiani (interpretato da Matt Le Blanc) è un ragazzo di origini italiane che vive nello stesso appartamento di Chandler, e che coltiva il desiderio di diventare un attore famoso. Di bell’aspetto ma di scarsa cultura, è solito passare da una donna all’altra senza ricordarne nemmeno il nome, ed è sempre l’ultimo del gruppo a capire le situazioni. Da anni in bolletta e costantemente in debito con il suo coinquilino, riesce infine a diventare un divo delle soap-opera, e nel finale della sitcom si trasferirà in California per proseguire la sua carriera, dando vita allo spin-off Joey.

Esiste poi un manipolo di personaggi di supporto che appaiono spesso, nel corso delle stagioni. Tra tutti spicca sicuramente Gunther, il barista del Central Perk, segretamente (ma non troppo) innamorato di Rachel. Ci sono poi i vari parenti dei ragazzi, tra tutti i più presenti sono i genitori di Ross e Monica, Jack e Judy Geller.

FRIENDS: GLI EPISODI

La struttura degli episodi di Friends è piuttosto lineare. Di solito ci sono due o tre plot per episodio che finiscono ciascuno per coinvolgere due o tre personaggi del cast principale. Uno dei plot è quello principale e, nel caso siano tre, di solito il terzo occupa giusto un paio di brevi sketch per tenere “occupati” i protagonisti che sono fuori dai plot principali. Da notare come, nella versione originale, tutti gli episodi abbiano un titolo nella struttura TOW, ovvero “The One Where…” oppure “The One With…”, che danno giustamente l’idea di un gruppo di amici che ricordano eventi della loro vita.

Ci sono poi degli episodi particolari, i cosiddetti bottle episodes, quelli dove gli autori limitano al minimo, per ragioni di budget, la presenza del supporting cast, lasciando tutta la scena ai sei protagonisti. Il primo caso avvenne con il secondo episodio della terza stagione, Minuti Contati, dove tutti e sei agiscono esclusivamente nella sala da pranzo di Monica e Rachel.

Il grande successo di questa puntata spinse i produttori a realizzare bottle episodes con frequenza. Ricordiamo ad esempio il diciannovesimo episodio della quinta stagione, quello in cui Ross dimostra tutta la sua scarsa confidenza nell’approccio con l’altro sesso.

FRIENDS: LE LOCATION

Friends, come tutte le sitcom, utilizza esclusivamente location da studio, con rare eccezioni (ad esempio, il famoso viaggio a Londra per le nozze di Ross ed Emily). Gli ambienti più utilizzati sono i seguenti.

friends-monica-appartamentoAppartamento di Monica (coabitato con Rachel, Phoebe o Chandler). Come già scritto in precedenza, si tratta del fulcro della serie, la casa più grande e accogliente, visto che è dotata anche di un ampio terrazzo. Questa è la casa del gruppo, quella dove tutti entrano, dove Joey viene a mangiare di nascosto, dove Ross viene a farsi consolare per la sua ultima delusione lavorativa o relazionale, dove Phoebe arriva per comunicare la sua ultima stramberia. Non è casuale che la serie termini proprio quando tutti e sei i protagonisti lasciano la chiave sopra il tavolino. Elemento d’arredo indimenticabile: tutto.

friends-tableAppartamento di Joey e Chandler (poi Rachel). Molto più piccolo e meno accogliente, è un immobile da maschio, come descritto da Monica e Rachel durante il famoso periodo di “scambio” degli appartamenti. E’ il posto dove vengono sperimentate le cose più folli, come il gioco di palle infuocate o il fatto di ospitare, per anni, un’oca e una gallina. Elemento d’arredo indimenticabile: il tavolino calcio-balilla, quello dove Monica batteva tutti.

central-perk-friendsCentral Perk. Il secondo luogo più frequentato dagli amici, è il classico locale sotto casa con tutte le caratteristiche accoglienti del Greenwich Village, il più europeo dei quartieri di New York. Vi hanno lavorato Rachel e (sporadicamente) Joey, mentre Phoebe vi ha suonato la chitarra nelle sue assurde esibizioni. Elemento d’arredo indimenticabile: il mitico sofà arancione dove i ragazzi chiacchierano per ore consumando le proprie ordinazioni.

FRIENDS: I TORMENTONI

Friends è pieno di inside jokes e running gags “storiche” che vengono ripetute per gran parte delle stagioni. Ciò è dovuto soprattutto alla forte caratterizzazione dei singoli personaggi (ognuno ne ha di proprie individuali), e al senso di appartenenza al gruppo: non succede anche a voi di ripetere le stesse battute tra amici, magari battute che potete capire solo voi che avete condiviso un’esperienza? In Friends se qualcuno sbatteva i pugni due volte, significava che ti stava mandando (carinamente) al diavolo!

Una delle primissime gag collettive, in campo dalla prima stagione, riguarda il famoso “uomo nudo alla finestra”, ovvero il nudista del palazzo di fronte che Monica e i suoi amici scorgono sporadicamente affacciandosi dalla vetrata o dal terrazza.

friends-uomo-nudo

L’uomo nudo non è mai stato inquadrato fino alla puntata quattordici della quinta stagione (“Io so che tu sai che io lo so”, The One Where Everybody Finds Out), quando Ross viene a sapere che l’uomo nudo sta per traslocare e fa di tutto per accaparrarsi l’appartamento, fino al punto da bussare alla sua porta e spogliarsi assieme a lui, per lo shock dei suoi amici che, come al solito, vedono tutto dalla finestra di fronte. Con il trasferimento di Ross nell’appartamento, questo tormentone non verrà più ripetuto.

Che dire poi di “Gatto rognoso” (Smelly Cat), il brano più memorabile tra quelli, tutti strampalati, che Phoebe esegue alla chitarra quando si esibisce al Central Perk? “Gatto rognoso” si meritò addirittura una puntata dedicata, quando venne proposto alla ragazza di registrarlo e di girarci un video-clip promozionale.

Che dire poi della ricorrente apparizione della fidanzata storica di Chandler, la sgradevole Janice? OH-MIO-DIOOO

Scavando tra le gag più divertenti che riguardano i singoli protagonisti, abbiamo:

  • I divorzi di Ross: mentre gli altri amici arrivano a sposarsi solo dopo molte stagioni, e c’è anche chi come Joey non si sposa mai, Ross è già sposato all’inizio della serie, e passerà attraverso altri due matrimoni e tre divorzi nel corso delle dieci stagioni. L’aspetto verrà ridicolizzato dagli amici e diverrà un tormentone.
  • Il tabagismo di Chandler: dei sei protagonisti, Chandler è l’unico con un passato da fumatore. Passato che spesso ricorre nelle puntate quando, se sotto stress o innervosito per qualcosa, il ragazzo riprende a fumare, finendo irrimediabilmente beccato dagli altri.
  • Il lavoro di Chandler – Chandler è anche l’unico a odiare il proprio lavoro, tanto da cercare spesso il vero e proprio sabotaggio, ma finendo invece per ricevere encomi e promozioni. Questo finirà nella nona stagione, quando troverà il coraggio di dimettersi e cercare di seguire le proprie inclinazioni, buttandosi nella pubblicità come copywriter.
  • Come ti va? – E’ il tipico approccio di Joey (in inglese How you doin’?), quello che gli consente di trovare tanto gradimento presso il gentil sesso, con qualche (rara) eccezione.
  • Regina Phalange – E’ l’alter-ego di Phoebe, un falso nome che la ragazza utilizza quando non vuole farsi riconoscere.
  • La natura competitiva di Monica – Oltre ad essere maniaca dell’ordine e della pulizia, la più giovane dei Geller è una persona a cui piace primeggiare in qualsiasi ambito. Non solo la cucina, quindi, ma anche sport, cultura, ogni scusa è buona per gareggiare e scommettere. Non sempre le andrà bene, come ricordiamo nella famosa dodicesima puntata della quarta stagione.
  • I flirt ridicoli di Rachel – Pur essendo una donna molto attraente e abituata ad essere corteggiata, nel corso delle stagioni capita che sia Rachel quella a dover fare la prima mossa verso dei potenziali partner. Ne usciranno delle situazioni molto ridicole e imbarazzanti, dove la goffaggine della ragazza rischierà di mandare tutto a monte. Questo lo vediamo con il suo giovane assistente Tag Jones, con il collega Gavin e soprattutto con il bel Joshua, durante la quarta stagione.

FRIENDS: LA CENA DEL RINGRAZIAMENTO

Più di ogni altra festività, il Ringraziamento ricorre in Friends in ogni stagione, con una puntata speciale, di solito posizionata come ottavo o nono episodio di modo da trasmetterla a fine novembre, proprio in prossimità della Festa.

Qui ve le elenchiamo tutte.

Prima stagione – La cena del Ringraziamento (1×09 The one where Underdog gets away)

Ognuno ha il suo programma per il Ringraziamento, ma con il trascorrere dei minuti tutti saltano per un contrattempo o l’altro. Anche Rachel, che voleva andare a sciare, è costretta a rinunciare perché perde l’aereo. Gli amici saranno alla fine costretti a passare la cena per la prima volta tutti assieme, inaugurando una tradizione.

Seconda stagione – L’alternativa di Ross (2×09 The one with the List)

Ross ha finalmente baciato Rachel, ma è ancora impegnato con Julie, e non sa decidersi. Joey e Chandler gli suggeriscono di stilare una lista dei pregi e difetti delle due ragazze. Peccato che quella lista finisca poi in mano di Rachel.

Terza stagione – La coppa Geller (3×09 The one with the football)

In attesa che il tacchino cuocia in forno, i ragazzi organizzano una partita a football tre contro tre nel parco sotto casa. In palio c’è un trofeo importante per Monica e Ross, un pupazzo troll che i due si contendevano da ragazzini.

Quarta stagione – Sei ore di riflessione (4×08 The one with Chandler in a box)

Joey è arrabbiato con Chandler che ha baciato la sua ragazza Kathy, e lo obbliga a chiudersi dentro una cassa di legno per sei ore per riflettere sul suo comportamento. Nel frattempo, Ross rinfaccia a Rachel il suo vizio di sostituire i regali ricevuti.

Quinta stagione – Ricordi di un giorno di festa (5×08 The one with all the Thanksgivings)

Dopo la Cena, ognuno ricorda il proprio peggior Ringraziamento. Oltre ai racconti eccentrici di Phoebe, assistiamo a degli stupendi flashback fine Anni 80 per Ross, Chandler, Rachel e Monica.

Ecco il motivo per cui Chandler odia la cena del Ringraziamento!

Sesta stagione – Indovina chi viene a cena (6×09 The one where Ross got high)

Monica è preoccupata perché ha invitato anche i suoi per la cena del Ringraziamento, ma non ha ancora detto loro di convivere con Chandler, perché i Geller non lo vedono di buon occhio a causa di una bugia detta da Ross sul suo conto ai tempi dell’Università.

Settima stagione – Un cane in casa (7×08 The one where Chandler doesn’t like dogs)

Phoebe, ospite di Monica e Chandler a causa del suo appartamento bruciato, sta nascondendo da giorni un cane in casa, nonostante Chandler non ne voglia. Rachel invita Tag alla cena, ma questo resta un Ringraziamento contrassegnato dal gioco di ricordare a memoria tutti gli Stati americani.

Ottava stagione – Il club segreto (8×09 The one with the Rumor)

Per la cena di quest’anno, Monica ha invitato un amico delle superiori, Will (uno strepitoso Brad Pitt, all’epoca marito della Aniston), anch’egli ex-grasso come lei. Fin dai primi momenti della serata, Will mostra un palese disprezzo nei confronti di Rachel.

Nona stagione – L’altra sorella di Rachel (9×08 The one with Rachel’s other sister)

L’ospite a sorpresa di quest’anno è Amy, sorella di Rachel, con cui però nessuno del gruppo ha un bel rapporto. Il tutto si risolverà in una lite disastrosa per il servizio di piatti di Monica, regalo delle nozze.

Decima stagione – Tutti in ritardo (10×08 The one with the Late Thanksgiving)

Monica è molto indaffarata con il lavoro e l’adozione, e decide di lasciar perdere la questione Ringraziamento. Viene convinta da Phoebe che punta sulla sua solita competitività, ma per alcuni contrattempi Ross, Rachel, Phoebe e Joey arrivano tutti con un enorme ritardo alla cena. Monica e Chandler decidono di non farli entrare in casa.

FRIENDS: LE GUEST-STAR

Come tutte le serie TV di successo, anche Friends è stato approdo di un gran numero di guest-star, attori famosi (e famosissimi) che hanno fatto di tutto per prendere parte alla sitcom.

Distinguiamo quelli che hanno avuto una presenza ricorrente, per più episodi, da quelli che hanno avuto un’apparizione singola. Tra questi ultimi, oltre al già citato Brad Pitt, possiamo citare Reese Witherspoon e Christina Applegate, che hanno interpretato le due sorelle di Rachel, George Clooney e Noah Wyle che, quando facevano ancora parte del cast di E.R., tennero i loro camici bianchi per sedurre ed uscire con Monica e Rachel. Come dimenticare poi Winona Ryder e il suo bacio saffico con la vecchia amica Jennifer Aniston?

winona-jennifer

Per non parlare poi di Jeff Goldblum, autore di un provino esilarante con un Joey…in difficoltà.

jeff-goldblum-friends

Che dire di Susan Sarandon, che interpreta una leggenda delle soap opera che è costretta a lasciare il suo posto al bel Tribbiani, oppure Kathleen Turner nei “panni”…del papà di Chandler?

papa-chandler

Memorabili anche le partecipazioni di Brooke Shields nel ruolo di una fan ossessionata dal personaggio di Joey, il mitico Dottor Drake Remoray, e di un Ben Stiller che fa il boyfriend rabbioso di Rachel.

Se invece ci riferiamo alle guest star ricorrenti, tre nomi si stagliano sopra a tutti:

Alec Baldwin nei panni di Parker, fidanzato iperentusiasta di Phoebe

Bruce Willis nel ruolo di Paul Stevens, il padre iperprotettivo della giovanissima fidanza di Ross, Elizabeth.

Infine il grande Tom Selleck, l’oculista Richard Burke, storico amico di famiglia dei Geller e grande amore di Monica tra la seconda e la terza stagione, nonostante la grande differenza d’età.

FRIENDS: LA SIGLA

Il successo planetario di Friends trainò anche la canzone scritta come opening theme della sitcom, ovvero I’ll be there for you dei Rembrandts, che nel 1995 scalà la US Billboards e numerose altre classifiche.

FRIENDS: EREDITA’

Come scritto all’inizio di questo post, Friends ha cambiato molte carte in tavola sul modo di realizzare una sitcom, e oltre a influenzare l’intero panorama americana ha avuto almeno un paio di “eredi” espliciti come How I Met Your Mother e The Big Bang Theory. Tuttavia, possiamo essere abbastanza certi nel dire che nessuno dei due lascerà un segno nella storia al pari della serie di David Crane e Martha Kauffman. Non è casuale, infatti, che a tutt’oggi vi siano molti ventenni che seguano intensamente la serie su Netflix e sugli altri servizi di streaming. Pur avendo più di vent’anni, Friends non li dimostra affatto.